Presentazione | Cimitero Distaglieno

Presentazione




StaglienoEbraico_presentazionePresentazione – Introduction

Che gli artisti d’ogni epoca abbiano al fine fatto i conti con l’arte funeraria, è notizia risaputa in ogni città e paese, all’estero soprattutto dove esiste una bibliografia di tutto rispetto e la conseguente monumentale, è il caso di dirlo, tradizione.

Tanti nostri artisti, pittori e scultori, italiani e non, hanno prodotto opere, in tal senso, ed alcuni hanno raggiunto maggior fama, proprio perché, avevano operato, in tal senso. Non è questo il caso che i nostri artisti hanno voluto dare alla mostra.La mostra, in questione, è diversa: è garbata ed intima, ed arriva al cuore.Questa “metropoli silente” nome coniato per l’enormità del cimitero in questione, vive di vita propria attraverso gli scatti in bianco e nero di Nino Di Cristofano e Sergio Sanginisi.

L’iconografia funeraria che è fatta di angeli, di scene bibliche, diventa un omaggio delicato, per coloro che, ormai, non sono più di questa terra e reca enorme consolazione all’estremo gesto di rendere confortevole, l’ultima “casa”. Quasi ci fosse ancora l’ultimo anelito di vita di colui o colei, che sta là sotto, ad agitare queste enormi statue di pietra o di bronzo.

Alcuni, veri e propri ritratti, in scultura, di gente comune, giovani e vecchi, bambini e nonni, mogli e madri, mariti e padri, sorelle e fratelli e nipoti, parlano sottovoce, narrano abitudini, consuetudini mai dimenticate, danno voce ai loro pensieri, ai loro gesti: pura poesia e struggente malinconia, attraverso le loro pose. Viene spontaneo ammirarli, come se fossero davvero, un popolo, della non-vita o della vita che continua, nonostante la morte.

Forse è proprio così, qualcosa di tangibile, forte e delicato nel suo insieme, ed anche impalpabile, ma assolutamente non effimero, rimane tra uno scatto e l’altro, grazie all’enorme sensibilità dei due fotografi, che per pura passione hanno voluto rendere onore al “mondo” dei cimiteri.
PATRIZIA CURTI

NOTA: Questa presentazione è stata redatta in occasione della mostra “Il museo degli affetti” tenutasi a Genova e a Rapallo .

Tutte le foto di questo sito, ove non sono citati altri autori, sono di SERGIO SANGINISI


Random Posts

  • Read More